Trading on-line: LA LEVA. Attenzione a non “auto truffarsi”!

Per non danneggiarsi nel mondo del trading, non basta utilizzare un Broker onesto ed in regola con le autorità competenti, ma occorre anche conoscere a fondo la materia sulla quale si opera.

Il “nemico principale” di ogni trader è o può essere LA LEVA FINANZIARIA: è pericoloso non prendere sul serio la leva applicata agli strumenti che si usano e il relativo margine ancora da utilizzare (margin free). Questo, accompagnato da un briciolo di incoscienza e dal non rispettare un metodo strategico operativo consono alle proprie caratteristiche e alla propria psiche, può determinare la perdita dei propri capitali.

Esempio pratico: investiamo nel cross EUR/USD,

La leva del Broker che stiamo utilizzando, con sede estera, può essere applicata a 500 anziché a 30 (ESMA).

Ciò significa che, partendo di un capitale di 100 euro, se acquistiamo un micro lotto, ovvero 0,01 lotti con 2 euro (2%) di margine, muoviamo un sottostante di 1.000 euro.

Quindi, avendo un capitale di 100 euro, rimane un margine libero di 98 euro e se perdiamo il 5% sull’ operazione eseguita, perdiamo 50 euro, rimanendo con 48 Euro di margine libero e di Equity.

Usando capitali più elevati, si arriva a muovere 100.000 euro di sottostante, che possono generare, con una variazione del 5%, perdite di 5.000 euro. Quindi, non bisogna mai pensare al margine investito, ma essere consapevoli che si sta operando in leva e basarsi sul capitale che realmente si sta investendo con il derivato CFD, o strumento equivalente.

Se si sottovaluta ciò, è verosimile il proprio capitale sfumi inesorabilmente, alla prima operazione sbagliata.

Un’altra considerazione va riferita alla parte emotiva del trader: spesso ci si lascia andare dall’ entusiasmo per aver chiuso una serie di operazioni positive, e ciò porta quasi sempre ad aumentare il volume delle successive operazioni e la loro frequenza, aumentando inevitabilmente quella possibilità di sbagliare una sola operazione che faccia svanire tutto il vostro capitale.

I guadagni facili non esistono: più si rischia, più si può – in primis – perdere, prima che guadagnare. Il mercato del forex è saturo di Broker truffaldini, se si opera invece con Broker seri bisogna invece fare attenzione a non cadere negli errori descritti.