Le azioni collettive in corso, proposte da AFUE associazione vittime di truffe finanziarie internazionali AGGIORNAMENTO OTTOBRE 2021

Nell’ ultimo trimestre 2021, Afue ha intensificato la sua attività (oltre alla continua attività nei confronti dei “Broker truffa” e dei “Finti recuperi crediti”), in relazione alla gestione di azioni collettive ai sensi dell’ art. 140-bis del codice del consumo, nei confronti di società non abilitate ad effettuare raccolta di denaro presso i risparmiatori italiani. Nello specifico si tratta di società colpite da delibere degli enti italiani ed esteri che regolamentano i mercati finanziari, ovvero non inserite nella lista delle imprese abilitate ad effettuare investimenti in Italia. Purtroppo nel corso del primo semestre dell’ anno, molte di tali società, verso le quali Afue procede, non hanno ottemperato i loro impegni di restituzione del capitale investito ai loro clienti; se si aggiunge l’ abusivismo finanziario, in quanto i prodotti collocati da tali società sono prodotti finanziari, solitamente con rendimenti mensili “a doppia cifra”, appare imperativo per il risparmiatore tutelarsi legalmente e rivendicare i propri diritti. Afue, in ogni azione collettiva avviata, ha sempre tentato in primis una mediazione bonaria stragiudiziale con la controparte. La tendenza è sempre stata quella di dare l’impressione di voler perdere tempo, nonostante l’ elasticità offerta dalla associazione alle controparti nel richiedere di esprimere almeno una minima volontà risarcitoria verso i risparmiatori. Ad oggi Afue ha avviato e sta gestendo le seguenti azioni collettive nei confronti delle seguenti società non iscritte nel registro Consob delle imprese abilitate ad operare in Italia: Aureus Ltd, Bolton First Credit Ltd e tutte le società collegate, HUB,  Lumaka Business, Eko Gold, White Rock, Vgm, Business Americano e collegate, Arbistar 2.0 e Sirio Compliance Trust (Sirio ct), NIDALINA GROUP SRL E COLLEGATE (instaurando processo presso Procura di Monza), Dexcar, Mival, Big Mama, Eos 2, Eurolife (instaurando processo presso Procura di Napoli Nord) e Top Investors. Nello specifico per alcune azioni collettive Si consiglia a tutti i risparmiatori, che si trovano in condizioni di difficoltà con le sopra menzionate società, di tutelare i propri diritti con qualsiasi professionista od ente, “basta che si tutelino”. ATTENZIONE alla tardività della querela! L’ associazione rimane a disposizione alla mail unica afue.info@gmail.com per accogliere adesioni alle azioni collettive descritte in corso.